RETEGEOFISICA.IT

Month: gennaio 2015

Geoelettrica 3D

3D per WP2

Il nostro sistema di mappatura geoelettrica 3D a noleggio consente di ricavare delle mappe di resistività reale, solitamente a non meno di 13 diversi livelli a profondità logaritmicamente crescenti. Permette quindi di:

  •   Eseguire delle indagini archeologiche di elevato dettaglio in terreni ove il georadar non può operare (terreni fini)
  •   Ricostruire il tracciato di cunicoli e cavità
  •   Localizzare corpi sepolti

Per risultare operativamente efficace è necessario utilizzare un`attrezzatura molto rapida. Il nostro strumento è velocissimo. La versione D nella modalità più rapida, arriva ad acquisire  800 valori di resistività validi e non ripetitivi in soli 3 minuti.  Probabilmente è lo strumento più veloce attualmente esistente.

Comunque, questi tre minuti di acquisizione per ciascuna sezione consentono di operare in 3D, acquisendo senza difficoltà un ettaro al giorno (10.000 mq) a maglia 2m x 2m.
In pratica la sezione a 48 elettrodi a passo interelettrodico di due metri, appena acquisita, viene traslata parallelamente di due metri e acquisita nuovamente. Tre minuti di acquisizione e la sezione viene nuovamente traslata e riacquisita. In pratica il tempo viene determinato dalla velocità con cui si sposta la sezione. Se si opera in un campo libero da vegetazione, in cinque minuti tre persone spostano la sezione. Un ettaro viene quindi indagato con 40.000 valori di resistività in un solo giorno, con un dettaglio di informazione prima solo impensabile.

L`elaborazione dei dati avviene con un modello del terreno 3D che vede come dati di ingresso i 40.000 valori di resistività.

L`archeologia è il settore ove questa nuova metodologia può essere  più utile. Il georadar spesso fallisce o non è sufficientemente penetrante a causa della presenza di materiali fini e umidi nei primi metri del terreno.

Elettromagnetometro

Mappature elettromagnetiche

EM7

 

Con l`elettromagnetometro a noleggio, potete mappare rapidamente la conducibilità dei primi 3-4 metri di terreno e quindi

  • localizzare interramenti di rifiuti
  • localizzare fusti sepolti
  • valutare l`inquinamento dei terreni
  • ubicare oggetti metallici interrati

 

 

E` un`attrezzatura di facile utilizzo, dotata di memoria interna e molto robusta.

EM2

L`ATTREZZATURA CHE VI METTIAMO A DISPOSIZIONE

è costituita dal solo strumento, un EM31 MK2 della Geonics.
Voi dovete abilmente organizzarvi per realizzare efficientemente le misure su una maglia regolare (rotelle metriche, sagole metrate, GPS, ecc..) solitamente una maglia 2m x 2m oppure 4m x 2m.
Lo strumento memorizza i dati alla pressione di un pulsante. Si tratta quindi solo di portarlo sulla stazione di misura.

Sezioni geoelettriche 2D

A COSA SERVONO LE SEZIONI GEOELETTRICHE?  

  • A disporre di una sezione stratigrafica dei terreni (sezione di resistività)
  • A studiare la permeabilità dei terreni per indagini idrogeologiche o per la modellizzazione di acquiferi
  • A studiare lo spessore dei depositi di argilla o di ghiaia (cave)
  • A rilevare e mappare la presenza di inquinanti conduttivi.
  • A studiare la protezione degli acquiferi.
  • A trovare cavità e cunicoli
  • A mappare strutture archeologiche in terreni conduttivi

L’ATTREZZATURA GEOELETTRICA A NOLEGGIO CHE VI METTIAMO A DISPOSIZIONE,
ASSIEME ALL`ASSISTENZA E ALL`ELABORAZIONE 

Geoel_materiali

 

è costituito da:

  • da 2 cavi con ciascuno 24 elettrodi
  • da 48 picchetti
  • dal nostro georesistivimetro 48 ch

 

Come si usa?

  • Si collegano i picchetti a terra a passo costante
  • Si collega lo strumento alla batteria e ai cavi
  • Si accende e si avvia…..

elettrodi

Geoel_schermo

 

Sarà lo strumento, completamente automatico, a controllare la potenza da utilizzare e la qualità dei dati e mentre procede vi darà la percentuale di misure buone (errore minore del 5%) sul totale delle misure eseguite. Non è previsto nessun intervento da parte dell`operatore.

 

Scarica il manuale

Fai clic qui => per scaricare il manuale operativo in formato PDF

Fai clic qui => per vedere il filmato didattico.

Down Hole vs30

Retegeofisica

Le prove sismiche Down-Hole

forniscono una dettagliata stratigrafia di velocità delle onde compressive (Vp) e delle onde di taglio (Vs).
E` quindi possibile fornire al progettista i moduli elastici dinamici dei terreni attraversati dalla perforazione e, in second`ordine, il valore del parametro Vs30.  E` un`attività che potete svolgere indipendentemente in fase di acquisizione ma richiede una perfetta cementazione del foro e la diponibilità di un minimo di attrezzatura a basso costo che dovreste procurarvi (trave di energizzazione).

 

L`utilizzo di questa tecnica per il solo calcolo del parametro Vs30 è sconsigliabile per ragioni di costo. Infatti è prevista una perforazione ben cementata che raggiunga la profondità di 30 metri. Il parametro Vs30 è un valore ricavato da una sorta di media dei valori di Vs dei terreni ed è un vero peccato acquisire una dettagliata stratigrafia delle Vs (ogni metro o due al massimo) per poi farne la media. Diversa è la situazione se la perforazione è già presente per altri motivi ed è quindi necessario solo acquisire i dati sismici. Anche senza i costi della perforazione, la cementazione e il costo della prova sono comunque superiori ad altre metodologie (MASW e Re.Mi). Però, in certi casi, la prova Down-Hole è l`unica applicabile, come quando sono insufficenti gli spazi disponibili per l`applicazione di tecniche che si basano sulla  misura delle onde superficiali (es: all`interno di un piccolo cortile in area fortemente urbanizzata).

DH11

L`ATTREZZATURA PER LE PROVE DOWN-HOLE A NOLEGGIO CHE VI METTIAMO A DISPOSIZIONE

 

E` costituita da:

  • Un sismografo a 24 canali (di cui ne userete solo 3 o 6)
  • Un geofono triassiale singolo o doppio
  • Una piastra di battuta
  • Due scivoli
  • Un rullo di prolunga starter
  • Un geofono starter

DH9

Il geofono da foro a noleggio sarà corredato di tutta l’attrezzatura necessaria al suo utilizzo.

DH1

 

 

Ma avete bisogno anche di procurarvi voi

  •   una trave di energizzazione (energizzatore orizzontale)
  •   un mazza da 5 Kg

 

Sismica 12-24 canali

Sezioni sismiche a rifrazione
USARE IL NOSTRO SISMOGRAFO A NOLEGGIO E’ MOLTO SEMPLICE E INTUITIVO, GRAZIE ALL’AUTOMAZIONE DEI PRINCIPALI SETTAGGI. INOLTRE AVRETE SEMPRE ASSISTENZA DIRETTA DAI NOSTRI UFFICI.

 

A COSA SERVONO LE PROVE SISMICHE?

  •  Ad ottenere una sezione stratigrafica dei terreni (sezione di velocità sismica dei terreni)
  •  A valutare la profondità del substrato, le sue caratteristiche meccaniche e lo spessore della copertura
  •  A valutare la scavabilità dei terreni

IL SISTEMA SISMICO A NOLEGGIO CHE VI METTIAMO A DISPOSIZIONE,
ASSIEME ALL`ASSISTENZA E ALL`ELABORAZIONE DEI DATI

cavi-sismici-e-geofoni-1web

 

 

è costituito da

  • da 1-2 cavi con ciascuno 12 geofoni
  • da 12 o 24 geofoni
  • da un fucile sismico
  • da un cavo e da un geofono starter
  • dal nostro strumento di misura a 24 canali

 

 

Come si usa?

  • Si inseriscono i geofoni nel terreno a passo costante
  • Si collegano i geofoni ai cavi
  • Si collega lo strumento alla batteria ed ai cavi
  • Si accende. Si preme Start
  • Si energizza il terreno col fucile in alcuni punti
Fucile-2web

Fucile-3web

 

 

Non è necessario

  • regolare i volumi dei canali
  • scegliere il passo di campionamento
  • scegliere il fondoscala

 

 

Dopo aver acquisito si può inviare una foto dello schermo al nostro ufficio, così da consentirci di vedere il sismogramma e di assistervi immediatamente nel procedere dell’indagine.

sismoLCD

 

Scarica il manuale  

Fai clic qui => per scaricare il manuale operativo in formato PDF

Fai clic qui => per vedere il filmato di una acquisizione tipo.

MASW Passive


MaswPass2

 

MASW Passive

La metodologia MASW passiva e, in particolare, la metodologia roadside MASW, permette di operare in condizioni di rumore ambientale elevato, sfruttando il rumore come sorgente di energia e studiandone la propagazione.

Masw Passive

MaswPass3

 

E´ così possibile ottenere la stratigrafia sismica anche all´interno delle città e lungo profili quasi continui se l´acquisizione viene eseguita in rollalong. In questi casi è opportuno combinare la modalità attiva con quella passiva. La prima per facilitare lo studio delle frequenze più elevate e la seconda per completare in profondità, alle basse frequenze,  l´immagine di dispersione.

 

HVSR

Un´altra misura facilmente eseguibile con le nostre attrezzature è la HVSR o metodo Nakamura.

l’indagine HVSR a noleggio necessita di un geofono triassiale a bassa frequenza da utilizzarsi  per una registrazione del  rumore ambientale della durata di almeno una ventina di minuti.  Il risultato dell´analisi sono le frequenze del sito cioè quelle che il sito amplifica naturalmente a causa della risonanza del pacco sedimentario posto al di sopra del substrato rigido.  La frequenza di picco dipende dallo spessore del pacco sedimentario e, più dettagliatamente, dalla stratigrafia completa di velocità sismica  Vs dello stesso.

Conoscere la frequenza che il terreno amplifica naturalmente è un´informazione molto utile al progettista perché consente di evitare che la struttura progettata risuoni a quella stessa frequenza con risultati disastrosi in caso di terremoto.

Poiché la stratigrafia di velocità sismica Vs è anche il risultato delle prove MASW, utilizzo combinato delle due metodologie nello stesso sito, crea un vincolo reciproco e un completamento di informazione. In particolare la metodologia HVSR completa in profondità la stratigrafia di dettaglio della prova MASW e, viceversa, la MASW dettaglia in superficie la stratigrafia ricavata dalla prova HVSR ed entrambe si vincolano a vicenda.

MASW-vs30

Le prove MASW sono molto utili per ricavare il parametro Vs30, richiesto dalla nuova normativa sismica, in maniera semplice ed economica ma decisamente affidabile. Tramite questa prova vengono misurate le velocità sismiche delle onde superficiali a diverse frequenze. La variazione di velocità a diverse frequenze (dispersione) è imputabile prevalentemente alla stratificazione delle velocità delle onde S i cui valori sono ricavabili da una procedura di inversione numerica. Poichè il parametro Vs30 è una sorta di media pesata delle velocità Vs dei primi 30 metri, l`utilizzo della tecnica MASW per ricavarlo è decisamente opportuno, mentre una prova Down-Hole fornisce un eccessivo dettaglio che poi non viene utilizzato.

IL SISTEMA SISMICO MASW A NOLEGGIO CHE VI METTIAMO A DISPOSIZIONE,
ASSIEME ALL`ASSISTENZA E ALL`ELABORAZIONE DEI DATI

Masw materiali

 

è costituito da:

  • da 2 cavi con ciascuno 12 geofoni  a passo 2 metri
  • da un fucile sismico
  • da un cavo e da un geofono starter
  • dal nostro strumento di misura a 24 canali

 

Come si usa?

  • Si inseriscono i geofoni nel terreno a passo costante
  • Si collega lo strumento alla batteria e ai cavi
  • Si accende. Si preme il taso Vs30 e quindi si preme Start
  • Si energizza il terreno col fucile in due punti

Masw1

Masw geofono

 

Non è necessario

  • regolare i volumi dei canali
  • scegliere il passo di campionamento
  • scegliere il fondoscala

 

Dopo aver acquisito, si può fare una foto dello schermo e inviarla al nostro ufficio, così da consentirci di vedere il sismogramma e di assistervi immediatamente nel procedere dell’indagine.

Masw_schermo

 

Scarica il manuale  

Fai clic qui => per scaricare il manuale operativo in formato PDF

Fai clic qui => per vedere il filmato di una acquisizione tipo.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi